Vai all'album fotografico

BREVE DESCRIZIONE DEL CONTESTO

Ci sono più di 2.500 bambini di strada a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso. Essi sono compresi tra i 6 ed i 25 anni in media e provengono da tutte le parti del Burkina Faso o dai paesi limitrofi. Alcuni di loro arrivano in cerca di un lavoro e di una vita migliore, gli altri per dedicarsi all'accattonaggio o per riunirsi con dei membri della famiglia che gli hanno rifiutati.

Essi vengono periodicamente recensiti delle autorità del Burkina Faso e dalle ONG che operano sul terreno. In questo ambiente, si ritrovano di sovente dei bambini non scolarizzati, che non hanno alcuna qualifica professionale, chiamati "talibes" in lingua mooré, ci sono dei giovani che lavorano sporadicamente in settori informali, e bambini scolarizzati, perfino titolari di certificati Istruzione primaria (CCPE), ma che hanno dovuto abbandonare la scuola per vari motivi. Questi bambini si ritrovano spesso in gruppi organizzati o posti sotto l'autorità degli anziani che li introducono alla difficoltà della vita di strada.

Queste bande organizzate affrontano in maniera più o meno solidale la loro condizione d'esistenza. Essendo per lo più senza qualifiche professionali, i loro membri si impegnano in ogni tipo di attività legale e illegale, utilizzando i mezzi a loro disposizione per ottenere un po' di denaro e quindi garantire la propria sopravvivenza. Sono spesso lustrascarpe, guardiani di biciclette o veicoli, apprendisti meccanici, portatore di cesti, ma anche ladri. Alcuni delinquenti sono noti alle autorità carcerarie.

Per dimenticare la fame e la miseria, fanno sempre maggior ricorso alle droghe. Si stima che il problema interessi la metà dei bambini di strada di Ouagadougou. Inalano soprattutto colle, solventi o carburanti, o infilano la testa in un sacchetto di plastica. Consumano anche delle anfetamine comunemente chiamato "blue blue", "Sékou Touré", "Djalan" o "Mio", spesso in combinazione con l'alcol. La marijuana inizia ad essere fumata, in gruppo, mescolata con infusi di tè. A causa del loro prezzo, le droghe come la cocaina o l'eroina non sono ancora utilizzate. Tuttavia, molti bambini sono dipendenti da queste droghe da strada.

I punti di vendita sono noti. Così, a Ouagadougou, la droga circola nelle sale cinematografiche, in tutto il grande mercato, la stazione ferroviaria, alcuni chioschi di caffè e spacci di bevande. Anche se spesso si imbattono nelle forze dell'ordine o di sicurezza privata, i bambini che usano questi farmaci non possono essere perseguiti legalmente; i solventi, ad esempio, non sono nella lista dei prodotti vietati definiti dalla legge. Questa è anche la ragione per cui essi sono utilizzati da protettori, prostitute, ricettatori di merci rubate e spacciatori di droga.

PARTNER DELL'ASSOCIAZIONE

Per l'espletamento della propria attività in Burkina Faso, l'Associazione I colori del mondo Onlus, si avvarrà della collaborazione in loco della Associazione AIB/AMICI con sede a Ouagadougou.

L'Associazione AIB/AMICI ha tra i propri obiettivi:
- Fornire una casa ed una famiglia ai bambini in difficoltà (orfani bisognosi, bambini vulnerabili, bambini di strada, ecc.);
- Promuovere l'educazione, l'istruzione e la formazione professionale per i bambini bisognosi;
- Promuovere delle attività di produzione, creando reddito e posti di lavoro per l'integrazione socio-economica dei bambini in difficoltà;
- Promuovere un futuro migliore per i bambini e un futuro migliore per il Burkina Faso.

BREVE DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto in una prima fase, si propone di identificare e selezionare una trentina di bambini di strada, tra i 6 e i 12 anni, e garantire loro con continuità, almeno un pasto settimanale presso un ristorante locale.

L'obiettivo è quello di creare un solido legame nel tempo con questi bambini, in modo successivamente da avviarli alla scolarizzazione, alla formazione professionale ed al loro eventuale reinserimento sociale.

L'associazione AIB/AMICI in collaborazione con I colori del mondo, si occuperà di trovare i bambini di strada (presso i mercati, il cinema, le stazioni ferroviarie e degli autobus, i bar, i ristoranti, i chioschi, i bar, ecc.) e provvederà ad identificare ed elencare i più vulnerabili tra loro.

Dopo alcune settimane di monitoraggio, nelle quali si cercherà di comunicare con ognuno di loro sia singolarmente che in gruppo, per ascoltare e capire le loro esigenze al fine di prepararci a soddisfare le loro necessità individuali e collettive, AMICI / AIB procederà nella ricerca dello stato civile dei bambini selezionati e li dichiarerà all'Autorità di Tutela presso il Ministero dell'Azione Sociale e della solidarietà Nazionale.

Alla fine di questo iter, l'Associazione provvederà al loro inserimento nel gruppo di beneficiari del sostegno. Questo permetterà ad AIB/AMICI e ai Colori del mondo di intervenire legalmente per facilitare la scolarizzazione, la formazione professionale e il reinserimento sociale dei bambini di strada.

BUDGET PREVISTO

Il budget iniziale previsto per il primo anno del progetto è di ca. € 1.500, e sarà interamente finanziato da I colori del mondo Onlus per fornire ai bambini pasti regolari una volta alla settimana presso un ristorante locale convenzionato.

Finanziamenti ulteriori saranno previsti per l'inserimento scolastico o professionale per i bambini e ragazzi più meritevoli.

FONTI DI MONITORAGGIO

Sul nostro sito saranno pubblicati regolari aggiornamenti fotografici e video dei vari pranzi che offriremo ai bambini di strada di Ouagadougou.

CONCLUSIONI

Aiutateci a sostenere questo importante progetto, grazie alle vostre donazioni, potremmo insieme farlo crescere ulteriormente, o aumentando il numero dei bambini sostenuti o la periodicità dei pasti offerti ed eventualmente anche trovare un alloggio notturno per questi bambini!

 

Joomla Templates by Joomla51.com